Magdi Cristiano ALLAM a Chioggia con il suo nuovo libro: Mercoledi 17/01/2018 ore 19 al Park Hotel

Home  »  Attività politica  »  Magdi Cristiano ALLAM a Chioggia con il suo nuovo libro: Mercoledi 17/01/2018 ore 19 al Park Hotel

magdi_allamMagdi Allam torna a Chioggia, è lo fa in occasione di un incontro, organizzato da Il Circolo Veneto, per presentare il suo nuovo libro “Il Corano senza veli”. Magdi Cristiano Allam, nato in Egitto, naturalizzato italiano, è un politico, scrittore e giornalista: nel 2011 ritenuto islamofobo dall’ordine dei giornalisti per una serie di articoli scritti in cui criticava la religione musulmana. Proprio in Italia, l’ordine dei giornalisti ha trasformato in un crimine un’opinione, ma la battaglia legale ha dato ragione al nostro amico Magdi. Si può essere parzialmente d’accordo o totalmente in contrasto, ma la libertà di parola è ancora un sacrosanto diritto che, qui, deve essere rispettato!

Mercoledi 17 Gennaio 2018 alle ore 19 – Hotel Park
in Lungomare Adriatico 74 a Sottomarina-Chioggia
vi  aspettiamo alla presentazione del  nuovo libro di
  “IL CORANO SENZA VELI”

- introduce BENIAMINO BOSCOLO 
- autore MAGDI CRISTIANO ALLAM

” Alla luce dei fatti, di stretta attualità, che riguardano una spregiudicata politica dei Governi di centro-sinistra (Letta-Renzi-Gentiloni)  in tema di immigrazione, il pericolo di un terrorismo europeo e mondiale, a matrice islamica, sempre più subdolo e sempre più diffuso, la necessità di affrontare il problema dell’integrazione, del welfare e del lavoro che interessa tutti; proprio alla luce di questi fatti che riguardano tutti, la preziosa serie editoriale dei libri di Magdi Allam ci aiuta a conoscere un po’ di più, sotto il profilo culturale e religioso, a cosa potremmo andare incontro.

Gli italiani non offendono nessuno, e l’Italia deve smettere di porsi il problema se a causa della propria tradizione, delle proprie idee, della propria storia e cultura potrebbe offendere qualcuno o la cultura altrui, dato che quello che oggi noi siamo è frutto di conquiste, spesso sanguinose, e di una ricerca di libertà.

E coloro i quali sono immigrati nel nostro paese, sono i benvenuti, nella misura in cui imparino la nostra lingua, rispettino le nostre leggi, vivano in armonia con le persone, ascoltino e capiscano il nostro pensiero e rispettino la nostra bandiera. Lo stesso vale per noi italiani, quando ci rechiamo all’estero!

E se si parla di religione, non c’è paese più democratico dell’Italia, popolo laico, senza obblighi e poco praticante in genere, ma se i crocefissi, i presepi, e molti quadri e monumenti sono in luoghi pubblici vi devono rimanere per rispetto della nostra storia, senza alcun giudizio di sorta. Anzi, in Italia è cosa appropriata!”

Beniamino Boscolo Capon

Magdi locandina






Lascia un commento