Scuola di Formazione Politica per Amministratori degli Enti Locali. 57 Amministratori di 29 Comuni alla seconda lezione!

Home  »  Attività politica  »  Scuola di Formazione Politica per Amministratori degli Enti Locali. 57 Amministratori di 29 Comuni alla seconda lezione!

pubblico.fronteSabato 04 Novembre 2017, continua, con la seconda lezione, la Scuola di Formazione Politica per Amministratori di Enti Locali ideata dall’associazione “Il Circolo Veneto” e coordinata da Beniamino Boscolo.

Argomenti, della lezione, sono “I processi associativi delle funzioni comunali: Convenzioni, Unioni di comuni e Fusioni; le Unioni montane, le Intese Programmatiche d’Area, il Veneto Orientale”. Per l’occasione, gli amministratori avranno il privilegio di ascoltare gli interventi di docenza di Paolo Fortin (Esperto Anci Veneto) e di Elvia Montagner (Direzione Enti Locali della Regione Veneto). E successivamente intervenire nel dibattito insieme al sindaco Andrea Martellato, già presidente dell’Unione di comuni della Riviera del Brenta.

Verranno affrontati tutti quei temi legati agli aspetti giuridici, ai benefici normativi ed economici, agli studi di fattibilità e alla comunicazione, per arrivare a capire quali sono le competenze dei comuni che hanno a disposizione questi strumenti” – spiega Beniamino Boscolo, responsabile della scuola, e continua – “Strumenti che possono essere d’ausilio ai comuni per non soccombere sotto il peso dei tagli, dei mancati trasferimenti statali, del blocco del personale, del patto di stabilità e che possono migliorare la gestione dei propri servizi e la gestione del territorio”.

La realizzazione di questa Scuola per amministratori è una grande soddisfazione per Il Circolo Veneto e per il nostro territorio” – conclude il presidente dell’associazione, Cesare Campa – “ docenti e interventi d’eccellenza per una sessantina di amministratori di una trentina di comuni diversi: la nuova classe dirigente del Veneto”.

invito_II_lezione

Ma quali opportunità esistono con le gestioni associate per le autonomie comunali? E qual è il rapporto, nella fusione dei comuni, tra vantaggi reali e perdita d’identità? Perché si stipulano convenzioni e perché si ragiona per area vasta? Queste sono solo alcune domande alle quali si darà pronta risposta durante la seconda lezione di sabato 4 Novembre. Verranno, infatti, affrontati tutti quei temi legati agli aspetti giuridici, ai benefici normativi ed economici, agli studi di fattibilità e alla comunicazione, per arrivare a capire quali sono le competenze dei comuni che hanno a disposizione questi strumenti. Strumenti, infatti, che possono essere d’ausilio ai comuni per non soccombere sotto il peso dei tagli, dei mancati trasferimenti statali, del blocco del personale, del patto di stabilità e che possono migliorare la gestione dei propri servizi e la gestione del territorio. L’obiettivo, oggi, rimane quello di risparmiare, da un lato, e migliorare i servizi, dall’altro… e gli amministratori comunali si trovano nel mezzo a cercare quel giusto equilibrio per dare risposte ai cittadini. Cosa non facile! Beniamino Boscolo

6d25b0ba-9063-404c-86eb-397461da71e2 8ccd5dbd-b9d5-493f-9fca-023414597234 9b38943c-12d1-4faf-beae-cf17ebe6ef06 07420e27-bdf7-4e7d-ab35-5ae2ebc9b870 8674c0bf-c062-470a-b094-06f562d3dff8 56688215-df74-4424-92d2-abcf96ae68c8 a211ae10-901d-421e-9416-4eef310e0363 b3f84efe-e9c6-4160-8e6c-73a2bc91c38a b5dd09a2-ff8a-4c69-bc63-f3878f52adbe bf455206-0423-4eff-9a91-8b5dbf1937f5 c31564a2-3e95-4524-9fec-41be875b822e c822344c-9dd6-4028-9473-d9f2cf3d183e cb0c9976-8820-4e49-9cc4-07c8bfb1de82 d095eceb-89dd-4c5b-831b-7d76b3cc1ba5 e8615b0d-94b0-447e-b8ec-c5462f1210d2